Premessa sui corsi di formazione

La vita, per essere pienamente soddisfacente, va vissuta con passione e serenità. La stessa cosa si può dire del mondo del lavoro, che va affrontato con tranquillità per ottenere buoni risultati, in termini di benessere personale, sia psicologico che finanziario.

Ma per essere sicuri di se stessi e di quello che si fa, è necessario essere consapevoli del proprio valore e fiduciosi nelle proprie competenze.

Per questo motivo, è consigliabile, anzi necessario, mantenersi aggiornati ed incrementare il proprio campo di abilità e conoscenze, e per farlo non esiste modo migliore che frequentare corsi di formazione.

Perché frequentare corsi di formazione

I corsi di formazione, siano essi di lingue, di tipo legale, su temi di finanza o di marketing, più specifici e legati all’approfondimento di alcuni argomenti o di presentazione generale di un tema, servono ad incrementare ed arricchire la preparazione e le capacità di chi li frequenta e, spesso, anche ad ampliarne gli orizzonti indicandogli vie che non aveva preso in considerazione, per pigrizia o, più spesso, per inconsapevolezza.

Per affrontare un’impresa e costruire un lavoro di successo che sia remunerativo e duri nel tempo, è fondamentale essere aggiornati sugli ultimi ritrovati in fatto di tecnologia hardware e software (senza supporti informatici non si va da nessuna parte), lingue straniere (inglese per quel che riguarda il marketing ed il business online, ma anche cinese ed arabo – sicuramente le lingue del futuro) e – soprattutto se ci si vuole dedicare ad affari a livello internazionale – diritto commerciale, legislazione nazionale ed internazionale e regolamentazioni finanziarie.

Non cercare di uscire dal proprio stato di “persona ignorante” (nel senso letterale e non denigratorio del termine, vale a dire “che ignora, che non sa”), ancorché solo per alcuni temi specifici, vuol dire rinunciare in partenza a migliorare la propria condizione, sia umana che lavorativa (e di conseguenza finanziaria).

L’importante è, come diceva già Socrate,

una volta che si è presa coscienza di questo fatto, rivolgersi ai corsi di formazione per colmare le proprie lacune dovrebbe essere la scelta più logica ed immediata.

Molti proverbi (che nella loro semplicità sono sempre saggi e centrano il nocciolo della questione) trattano dell’ignoranza, due in particolare recitano: “L’ignoranza è la madre della miseria” e, soprattutto: “ Vi sono tre specie d’ignoranza: saper niente, saper male, saper quello che non vale”.

I corsi di formazione servono proprio a questo:

in primo luogo a scindere quello che serve sapere da quello che non serve sapere e, in secondo luogo, a sapere bene ed in modo approfondito ciò che è utile conoscere.

I corsi di formazione sono tutti uguali?

Esistono molti corsi di formazione, di diverso genere e diverso tipo, su moltissimi argomenti, con costi che possono essere irrisori od esorbitanti. Parlando di corsi di formazione, vale sicuramente la regola del “Chi più spende meno spende”, nel senso che i corsi di formazione gratuiti sono spesso e volentieri approssimativi, tenuti da personale poco competente, raffazzonati alla bell’e meglio.

I corsi di formazione a pagamento devono per forza avere docenti capaci (esperti in ciò che spiegano ed in grado di far comprendere bene ciò di cui parlano) e garantire risultati, pena la messa al bando pubblica degli organizzatori e richiesta di restituzione dei soldi versati.

Chi paga vuole giustamente vedere un ritorno del proprio investimento in termini di risultati e, se questo non si profila all’orizzonte, protesta e sconfessa chi non ha mantenuto le promesse fatte al momento dell’iscrizione.

Inoltre, a livello psicologico, i corsi di formazione a pagamento motivano di più l’allievo a fare del suo meglio, per far fruttare i soldi investiti.

Sappiamo tutti che la frase “tanto non ho pagato” (o anche “tanto ho pagato poco”) ci fa sentire più leggeri riguardo a qualsiasi cosa, e prendere sottogamba quello che invece potrebbe essere fondamentale per il nostro futuro.

Teniamo conto pure del fatto che, anche se non ci si rimette in termini di soldi, sicuramente si sarà perso del tempo e avremo mancato l’opportunità di investirlo in qualcosa di utile e remunerativo.

 

Conclusione sui corsi di formazione

Ricordatevi quindi che, pur nella loro varietà anche a livello di durata (se per un rapido approfondimento delle ultime novità in fatto di leggi o marketing possono bastare un paio di giorni di corsi di formazione intensivi, per imparare la terminologia tecnica in una lingua straniera o apprendere come tenere la contabilità ci vorrà naturalmente più tempo) i corsi di formazione sono sempre un’ottima scelta per ampliare le proprie prospettive di lavoro, soprattutto se si vuole tentare la carta dell’essere imprenditori ed amministratori di sé stessi e fare un lavoro che ci piace nelle condizioni da noi decise.

Share This